APRIRE UN CIRCOLO PRIVATO

Share Button

AFFILIATO CIFE

APRIRE UN CIRCOLO PRIVATO

Normativa per i circoli

CIRCOLI CULTURALI E RICREATIVI

Le attività istituzionali di un associazione e/o circolo ricreativo/culturale, sportivo, possono comprendere anche la gestione di bar con somministrazione di alimenti e bevande riservate esclusivamente ai soci ed effettuate nei confronti dei medesimi purchè l’associazione sia affiliata ad un associazione nazionale di Promozione Sociale Se tali requisiti sono rispettati i proventi derivati da queste operazioni non sono considerate di natura commerciale dal legislatore fiscale.

E’ un’associazione senza fine di lucro fra persone che vogliono promuovere insieme un attività culturale, ricreativa, sportiva…. Etc. L’atto costitutivo è atto di nascita dell’associazione e rappresenta la volontà dei soci promotori a costituire un circolo senza finalità dio lucro per determinati scopi e finalità. Lo Statuto stabilisce invece quali sono gli organi direttivi, la composizione, il funzionamento i poteri, la struttura dei diritti e dei doveri patrimoniali, la gestione patrimoniale etc.
Tutte le attività del circolo devono rivolgersi ai soci i quali avranno la tessera dell’associazione nazionale di riferimento a Cife. L’affiliazione è l’atto di iscrizione e di adesione del circolo ad un associazione nazionale nel cui statuto il circolo stesso si riconosce.

L’Associazione\Circolo può:

  • Promuovere attività di turismo sociale e culturale;

  • Valorizzare l’ambiente e la conoscenza del territorio;

  • Organizzare e Incentivare attività di spettacolo quali quelle teatrali, musicali e ludiche;

  • Organizzare mostre, convegni ed altri eventi culturali;

  • Organizzare tornei ricreativi e sportivi;

  • Gestire servizi di ristorazione per la somministrazione de alimenti e bevande

Aspetti Fiscali

Il Circolo Culturale Ricreativo, in quanto affiliato a Cife, può usufruire della defiscalizzazione, non sono considerate attività commerciali quelle iniziative svolte in diretta attuazione degli scopi istituzionali o complementari a queste, svolte nei confronti degli iscritti, associati o partecipanti, anche di altre associazioni che svolgono medesima attività.
Per le agevolazioni IVA valgono per tutte le attività ad esclusione delle organizzazioni di viaggi e soggiorni turistici per i quali sono considerati in ogni caso attività commerciale.
Il Rispetto dei requisiti su esposti consente al Circolo di percepire le seguenti entrate fiscalmente agevolate:

  • quote del tesseramento annuale;

  • quote o tributi dei soci per partecipare alle attività istituzionali dell’Ente (tornei, campionati, manifestazioni varie…);

  • corrispettivi per la somministrazione ai singoli soci del circolo e a tutti i tesserati  Cife Sport Italia, di alimenti e bevande, purché la suddetta attività sia strettamente complementare al conseguimento dei fini istituzionali;

  • corrispettivi per la vendita ai tesserati Cife di viaggi e soggiorni turistici sempre che questa attività sia complementare a quella istituzionale;

  • corrispettivi per la vendita delle pubblicazioni della società purché effettuata a favore degli associati;

  • le erogazioni liberali effettuate a favore del Circolo da privati, imprese, altre associazioni ed Enti Pubblici.

  • Somministrazione di alimenti e bevande ai propri soci

  • Organizzazione di viaggi e soggiorni turistici

Attività di spettacolo ed intrattenimento

I Circoli Cife possono organizzare all’interno delle proprie sedi, attività culturali e di spettacolo che prevedano anche rappresentazioni, proiezioni, feste, intrattenimenti danzanti senza alcun tipo di autorizzazione o licenza amministrativa. L’unica precauzione prevista, qualora il numero degli spettatori o delle persone che partecipano all’attività di spettacolo o intrattenimento superi i 100, è il rilascio del certificato prevenzione incendi (c.p.i.) in base al D.M. 16/02/82, certificato da richiedere al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco corredato della documentazione tecnica necessaria. A tal scopo l’affiliazione Cife consente al Circolo di liquidare i suddetti diritti in misura ridotta.
L’attività di proiezione cinematografica nei circoli privati non necessita, inoltre di alcun titolo o autorizzazione ai fini amministrativi. Essa è tuttavia soggetta alla preventiva comunicazione SIAE e alla relativa liquidazione dei diritti d’autore. Quando nello svolgimento di attività sociali o di spettacolo sono utilizzate musiche protette da diritti d’autore, questi ultimi devono essere preventivamente pagati alla SIAE.

Autorizzazione per i giochi leciti e la detrazione di apparecchiature elettroniche

Per lo svolgimento di giochi leciti di carte e da tavolo, il Circolo, deve dotarsi di autorizzazione comunale tramite richiesta indirizzata al Sindaco con allegata marca da bollo ed esposizione, nei locali del Circolo, della tabella dei giochi proibiti. Per la detenzione di biliardi e biliardini elettronici il Circolo deve dotarsi di autorizzazione comunale tramite richiesta indirizzata al Sindaco con allegata marca da bollo e denuncia di inizio attività da comunicarsi alla SIAE con pagamento dei relativi diritti erariali. Si rammenta che l’utilizzo di biliardi e biliardini verso il pagamento di quote o di corrispettivi specifici, anche da parte dei soci, sconta il pagamento dell’imposta sugli intrattenimenti.

Facilitazione per i circoli

Non è richiesto invece, il possesso del certificato di agibilità per lo svolgimento di manifestazioni con riferimento a:

  • saggi di danza o saggi di altre arti, effettuati dai frequentanti di corsi didattici;

  • manifestazioni organizzate a fini socio-educative;

Legge 287/91

Permette ai circoli affiliati all’Ente riconosciuto dal Ministero dell’Interno, di somministrare alimenti e bevande in deroga ai criteri di pianificazione comunale previsti e disciplinati dall’art. 3 comma 4 della normativa citata.

Per informazioni e costi della nostra consulenza per la costituzione e la gestione di associazioni sportive  contatta il numero telefonico 0915080389 o il cell 3936620179, contattandoci riceverete gratuitamente un preventivo , con descrizione e costi della consulenza, oltre ad un primo esame delle vostre esigenze.